Close

Saggistica

Mottenwelt I alla Galleria Marcolini di Forlì – Conversazione con Silvia Giambrone e Mustafa Sabbagh

DSC04663

La mostra è una prima verifica compiuta dalla Galleria Marcolini sull’estetica dell’accantonare. Archivi involontari, interni logori e oggetti desueti costituiscono la consunta ontologia del Mottenwelt, il “mondo di tarme” citato da Goethe nel Faust. Anche in questa mostra come in altre passate, l’idea a monte del progetto nasce dalla rilettura di un libro: Gli […]

Read More

Ultima Cena dei Nouveaux Réalistes 2/2

_8093228_orig

Un senso. Modificare Milano (Milano come un oggetto Nouveau Realiste) Restany in questo periodo criticava parecchio l’arte astratta e sottolineava la necessità di un approccio del reale più consistente. L’oggetto, ormai liberato da Duchamp, era libero di entrare nel mercato dell’arte in una maniera più sensata e più coinvolgente. Il gesto […]

Read More

Ultima Cena dei Nouveaux Réalistes 1/2

_7144560_orig

Nel novembre del 1970, si decise di celebrare, con il concorso della municipalità di Milano, il decimo anniversario della fondazione del gruppo dei Nouveaux Réalistes. Pierre Restany e Guido Le Noci, direttore della galleria Apollinaire, sono i maggiori promotori dell’iniziativa. Il movimento dei NR era apparso per la prima volta […]

Read More

Paul Thek – Conversazione con Angelo Bellobono

Paul_Thek_64

Gli highlights del primo incontro di Itinerari Meridiani. Una serie di incontri negli studi degli artisti della scena romana. Gli artisti verranno invitati a raccontarci atri artisti. La critica d’arte viene così data alla faziosità dell’artista per indagare una profondità. Linee, colori, sfondi figure, spazio, tempo diventano campo di analisi […]

Read More

Notturno Domestico – Davide Dormino – Silvia Giambrone – Una lettura critica

SpazioY02

Photo Credits: Federico Ridolfi Notturno e Domestico sono due modi di guardare, non necessariamente di vedere. In entrambi (nel notturno e nel domestico) l’immagine si fonde col contesto, appare, filtra, forse non c’è. Le cose si nascondono protette dal buio o da un’eccesso di confidenza (anche nel conosciuto si celano […]

Read More

Matteo Saccomani che prende il sole a Roma

Matteo Saccomani

Una visione video quella di Matteo Saccomani che esula dal normale corpus, si ferma a metà strada tra narrazione e installazione e non si quieta: corpi come pezzi di noi stessi dispersi nel paesaggio muovono le loro parti all’interno della singola inquadratura. Fingono (o non fingono?) agio e serenità. Intanto il […]

Read More