Close

30/05/2018

Arte e scatole – ratioform intervista James Lake

JamesLake

L’iniziativa, promossa da ratioform, punta i riflettori sul materiale di riciclo per eccellenza, mostrandone le infinite potenzialità: il cartone.
Ratioform è un’azienda milanese specializzata nella vendita di imballaggi industriali. la loro iniziativa si chiama: “Arte e scatole”,
Nel loro comunicato descrivono l’operazione come “un viaggio alla scoperta di come importanti artisti contemporanei hanno utilizzato il cartone come mezzo espressivo.

“Arte e scatole” non ha, dunque, solo l’obiettivo di portare all’attenzione del pubblico le diverse modalità tramite cui può essere impiegato il cartone (anche, appunto, per realizzare opere d’arte) bensì mira a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di adottare uno stile di vita sostenibile. La riciclabilità del cartone consente di utilizzarlo e ri-utilizzarlo in mille modi diversi, limitando così gli sprechi e l’impatto ambientale.”

L’intervista:

James, ti ricordi la prima scultura che hai realizzato con questo materiale?

La prima scultura che creai aveva come titolo “Sedendo senza scopo”. Ma quando nacque non lo sapevo ancora, il titolo venne dopo. Quello che avevo realizzato era la raffigurazione di mio padre durante un certo  momento ripetitivo del proprio lavoro. Si tratta di quella particolare riflessione che compieva prima di riprendere un’attività, mentre non aveva alcuna idea di cosa avrebbe fatto subito dopo. Per realizzarla ho utilizzato cartone, forbici, coltelli, nastro adesivo e colla a caldo, materiali che uso ancora oggi.

Da dove proviene il cartone che utilizzi per il tuo lavoro? È riciclato?

Sì, sempre. Ho iniziato usando quello del supermercato, ad esempio le scatole per il vino e per la frutta. Ora compro il cartone direttamente dalla nostra risorsa locale: “The Exeter Scrapstore”, dove sono raccolti i cartoni gettati via dagli uffici.

 

Leggi l’intervista completa