Close

13/03/2017

Thais di Anton Giulio Bragaglia

Schermata 2017-03-13 alle 11.07.19

Thais è un film di Anton Giulio Bragaglia realizzato nel 1917. È l’unico film futurista che ci rimane. La produzione cinematografica futurista rimane purtroppo per la maggior parte perduta o distrutta. Il primo film del movimento è però Vita futurista realizzato da Arnaldo Ginna nel 1916 con la collaborazione di Marinetti, di Balla e di Corra.

Thais è un lavoro di grande importanza storica, dato l’impatto visivo suscitato. In particolare bisogna considerare l’importanza sul piano narrativo delle scenografie realizzate dal pittore Prampolini. Sono fondali con pitture geometriche e ipnotiche. Sono frequenti losanghe, spirali, scacchiere, perfino figure simboliche.
Le scene dipinte interagiscono sovente con i personaggi, generando uno straniamento. Si crea un mondo illusorio in cui non c’è distinzione tra simbolico e concreto, tra fittizio e reale. Districare la realtà dalla finzione significa soffermarsi sull’oggetto reale per separarlo da quello disegnato. Tutto questo in un’operazione mentale tuttavia senza senso. Il nuovo senso è invece quello suggerito dal film, in cui la profondità vera è un tutt’uno con quella suggerita. È una storia di seduzioni torbide e distruttive. Thais trascina tutti, sè stessa compresa, nella spirale della fine e nelle tenebre della disperazione. I luoghi che attraversa sono fisici e simbolici al contempo, luoghi della vita e della mente.