Close

02/03/2017

La terza casa di Chiara Scarfò

frame

Terza Casa – Chiara Scarfò from Pensiero Meridiano on Vimeo.

Non rimane una briciola in voi che non scoppi in una grande risata.
(Pensiero Zen)

Un lavoro video sull’intimismo e sulla soglia che attraversiamo nel guardarci. Lavoro che vive di freschezza e immediatezza, che non del tutto distingue tra messaggio esplicito e messaggio profondo. Ragionamento per immagini. Si tratta di un pensiero, per l’appunto, meridiano, pensiero del sole e del positivo.
Il sorriso che ci riconnette al mondo mostrato nel video è gioia che si sprigiona dal nulla e che crea. Si tratta dell’abbattimento di strutture e sovrastrutture. Ci richiama, nel senso del quotidiano, alle cose piccole: l’amicizia, l’amore, il tuo prossimo. Il legame del sorriso è legame di occhi. Circolo virtuoso che ci riporta a casa.
Talvolta capita di provenire dal dolore. Ospite delle tenebre. Anche e proprio lì si può iniziare a numerare le case del cuore. Il sorriso ci riconnette al mondo e vive nel viso, negli occhi, nelle labbra, nel divertito renderci intimi. Profondità ed esplosione della visione che genera mondi. Il suono rimane a mezz’aria, come l’immagine, il video ci mostra movimento visivo titubante che sembra andare e che rimane, quasi sospeso. Non va pur non avendo da restare.

Il video è stato girato in Bosnia e così anche l’audio, in due diverse strutture, nel 2006, durante un lungo pellegrinaggio verso Medjugorje.
L’audio è la registrazione di una bimba di 7 anni circa che suona un pianoforte verticale, rotto e abbandonato, scalza, in un corridoio di un orfanotrofio altrettante vecchio, rotto e abbandonato anch’esso. Strutture realizzate subito dopo la guerra del Golfo, come investimento, e poi lasciate a se stesse. Si autogestiscono come possono.
Spesso sorridono.